Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Pensioni e sicurezza sociale

Questa pagina fornisce alcune informazioni procedurali e l’indicazione degli Uffici dei Patronati ai quali rivolgersi, a Vancouver e nella circoscrizione del Consolato Generale, per ottenere informazioni e assistenza gratuita sulla materia.

AVVISO IMPORTANTE
Gli Uffici dei Patronati che sono di seguito elencati sono gli unici che il Consolato riconosce in grado di inoltrare correttamente una pratica pensionistica.
Non rivolgetevi ad agenzie, persone o altri uffici i cui indirizzi non sono qui riportati.

PATRONATI IN VANCOUVER

50 & PIU ENASCO – Direttore Ms. Anna Obiang Ndong
3939 Hastings Street, #103
Burnaby, BC V5C 2H8
Tel. +1 (604) 294 2023
PEC: 50epiu.burnaby@pec.50epiu.it
Orari: lun.-ven. 9-12 13-17 (sab. e dom. chiuso)
Manager: Ms. Anna Obiang Ndong (a.obiang@enasco.it)
Administrative Assistant: Ms. Ilaria Bosco (i.bosco@enasco.it)

INCA CGIL – Direttore Rocco Di Trolio
120 – 2891 East Hastings Street
Vancouver, BC V5K 5J8
tel. (604) 255-0908
fax (604) 255-0701
e-mail: inca@telus.net


PATRONATO IN EDMONTON

PATRONATO INAS – Direttore Giovanni Svigeli
9111 – 110 Avenue
Edmonton, Alberta T5H 4J9
Tel: (780) 421.9559
Fax: (780) 429.1984
Email: edmonton@inas.it

 

IL CERTIFICATO DI ESISTENZA IN VITA

Pensioni del Ministero del Tesoro:

Lo devono produrre, due volte l’anno (nei mesi di gennaio e luglio), i pensionati che risiedono in Canada.

Il modello è inviato dall’autorità consolare all’indirizzo del pensionato. Deve essere compilato e consegnato o rispedito nei termini ed alle condizioni indicati nella lettera.

Pensioni I.N.P.S.

I pensionati, che riscuotono la propria pensione in Italia o in Canada, devono inviare il certificato di esistenza in vita soltanto se richiesto dall’I.N.P.S. o dall’ente pagatore (Citibank).

La ricevuta dell’assegno della pensione riporta la dicitura  “I.N.P.S.” o “Tesoro”.

Per tutti i tipi di pensione la certificazione si ottiene:

Nel caso di cittadini italiani o dell’Unione Europea è sufficiente l’autocertificazione (modello PENS02 scaricabile dalla seguente pagina) ai sensi della Legge 445/2000, corredata da documento in corso di validità comprensivo di foto.

Nel caso di cittadini non U.E., il certificato (modello PENS01 scaricabile dalla seguente pagina) deve essere fatto presso:

– il Consolato;
– i Patronati;
– i Notai Pubblici la cui firma sia depositata in Consolato.

Il titolare della pensione dovrà esibire:
– un documento di riconoscimento (comprensivo di foto) in corso di validità;
– il numero della pensione (il numero di pensione è riportato sul libretto di pensione e sulla ricevuta degli assegni).

In caso d’impedimento fisico il pensionato  può delegare altra persona.
Il delegato deve produrre:
– un certificato medico del titolare della pensione (con data non antecedente al periodo della richiesta) in cui il medico deve certificare che il pensionato è vivo ma impossibilitato a presentarsi per motivi di salute;
– un documento del pensionato (passaporto, patente, ecc);
– il numero della pensione;
– un documento del delegato del pensionato (passaporto, patente, ecc).

I documenti scaduti o che comunque non permettono l’identificazione della persona non consentono il rilascio del certificato.

Sia i Patronati che il Consolato rilasciano il certificato gratuitamente. Per i certificati rilasciati da Notai Pubblici è prevista la gratuità della legalizzazione della firma del notaio.

 

TIPI DI PENSIONE – INFORMAZIONI GENERALI

A) LA PENSIONE INPS DI VECCHIAIA

Si concede a coloro che abbiano lavorato in Italia e versato contributi, creando una posizione assicurativa presso l’I.N.P.S.

Il limite di età è 66 anni per gli uomini e le donne nel settore pubblico e, per il settore privato, 66 anni per gli uomini e 62 per le donne. L’equiparazione a 66 anni per tutti avverrà nel 2018 con adeguamenti progressivi.

Per potere ottenere la pensione in “REGIME di CONVENZIONE ITALIA-CANADA” bisogna possedere in Italia un minimo di 53 settimane contributive (che siano di lavoro dipendente o autonomo o derivante da servizio militare).

Per i lavoratori dipendenti il diritto alla pensione è subordinato alla cessazione di ogni attività lavorativa.

Documenti necessari per la domanda di pensione di vecchiaia in base all’accordo Italia-Canada:

– Social Insurance Number (SIN);
– passaporto italiano dove sia evidente la data di “Landed Immigrant” oppure Certificato di “Landed Immigrant”, rilasciato dagli uffici dell’ “Immigration Canada”;
– documento di identità valido (patente o passaporto o carta di cittadinanza);  – Certificato di Nascita ed eventuale Certificato di Matrimonio;
– documenti assicurativi di cui si è in possesso (foglio matricolare, libretti di lavoro, ricevute di versamenti volontari).

B) LA PENSIONE INPS DI ANZIANITA’

Può essere concessa qualora sia presente un’ anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni con almeno 57 anni di anzianità anagrafica per i lavoratori dipendenti e 40 anni per i lavoratori autonomi.

Documenti necessari per la presentazione della domanda:

– Social Insurance Number (SIN);
– Passaporto italiano dove sia evidente la data di “Landed Immigrant” oppure Certificato di “Landed Immigrant”, rilasciato dagli uffici dell'”Immigration Canada”;
– Documento di identità valido (patente o passaporto o carta di cittadinanza);  – Certificato di Nascita ed eventuale Certificato di Matrimonio;
– Documenti assicurativi di cui si è in possesso (foglio matricolare, libretti di lavoro, ricevute di versamenti volontari).

C) LA PENSIONE INPS DI INVALIDITA’ (Assegno ordinario di invalidità)

Spetta all’assicurato la cui capacità di lavoro sia ridotta in modo permanente – a causa di infermità o di difetto fisico o mentale – a meno di un terzo. Condizione essenziale e’ aver lavorato almeno 3 anni negli ultimi 5.
Viene concessa inizialmente per la durata di tre anni e può essere confermata su revisione dell’I.N.P.S. per periodi della stessa durata.
Dopo 9 anni e 3 revisioni l’assegno viene concesso in via definitiva.
Questa pensione non è trasferibile ai supserstiti.
Al compimento dell’età richiesta per ottenere la pensione di vecchiaia, l’assegno di invalidità si trasforma automaticamente in pensione di vecchiaia, qualora esistano i requisiti contributivi e purché sia cessata ogni attività lavorativa.

Documenti necessari per la presentazione della domanda:

– stessi documenti elencati per la pensione di vecchiaia;
– un certificato medico da cui risulti la percentuale di invalidità.

D) LA PENSIONE INPS DI INABILITA’

Spetta all’assicurato che, per infermità o difetto fisico o mentale, si trovi nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.
È incompatibile con qualsiasi reddito da lavoro dipendente o subordinato, con i trattamenti di disoccupazione e ogni altro tipo di trattamento economico.
Ai pensionati per inabilità, residenti in Italia, che non possono camminare senza un accompagnatore e che hanno quindi bisogno di continua assistenza, spetta, a domanda, un assegno mensile per accompagnamento.

I documenti da presentare nella domanda di pensione di invalidità sono gli stessi citati per la domanda di pensione di invalidità.

E) LA PENSIONE SOCIALE

È una prestazione che riveste carattere assistenziale, completamente slegata dai contributi, spettante soltanto a cittadini italiani che risiedono in Italia, che hanno almeno 65 anni e si trovano in condizioni economiche realmente disagiate.

F) LA PENSIONE AI SUPERSTITI (Reversibilità)

La pensione ai superstiti o di reversibilità spetta al coniuge, in caso di decesso del lavoratore (non ancora pensionato o già pensionato), e ai figli che, alla data di morte del genitore, siano:

– minori di 18 anni;
– studenti di scuola media o professionale di età compresa tra i 18 e i 21 anni, a carico del genitore e che non svolgano attività lavorativa;
– studenti universitari per tutta la durata del corso legale di laurea e comunque non oltre i 26 anni, a carico del genitore e che non svolgano attività lavorativa;
– inabili di qualunque età e a carico del genitore.

La pensione di reversibilità spetta al coniuge anche se separato legalmente (salvo alcuni casi particolari) e al coniuge divorziato (qualora ricorrano determinate condizioni).

Documenti necessari per la presentazione della domanda:

– Social Insurance Number (SIN) di ambedue i coniugi;
– passaporto italiano con la data di “Landed Immigrant” o certificato di “Landed Immigrant” rilasciato dagli uffici di “Immigration Canada”;
– documento valido con la foto (carta di cittadinanza o passaporto valido o patente) del richiedente;
– Certificato di Morte e Certificato di Stato di Famiglia;
– documenti assicurativi del contribuente defunto (foglio matricolare, libretti di lavoro, ricevute di versamenti volontari).

PER INFORMAZIONI PIU’ DETTAGLIATE SI RIMANDA AI SEGUENTI SITI:

INPS   http://www.inps.it/

Ministero degli Affari Esteri   https://www.esteri.it/it/servizi-consolari-e-visti/italiani-all-estero/sicurezzasociale/

Ministero Economia e Finanze (in precedenza: Ministero del Tesoro)   https://www.mef.gov.it

Ultimo aggiornamento: 18/05/2023

This site is registered on wpml.org as a development site.