Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Anagrafe degli Italiani residenti all’estero (AIRE)

 

1. Cos’è l’A.I.R.E.?

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è stata istituita con legge 27 ottobre 1988, n. 470 e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Essa è gestita dai Comuni in Italia sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) e costituisce il presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti ai connazionali, nonché per l’esercizio di importanti diritti, quali per esempio:

  • la possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché certificazioni;
  • la possibilità di votare per elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel paese di residenza;
  • la possibilità di rinnovare la patente di guida.

Si ricorda che l’1 gennaio 2024 è entrata in vigore la Legge n. 213 del 30 dicembre 2023 (Legge di Bilancio), la quale all’art. 1, comma 242, modifica l’art. 11 delle Legge n. 1228 del 1954, introducendo un regime sanzionatorio per coloro che non adempiono alle disposizioni di legge che impongono obblighi anagrafici. Chiunque, avendo obblighi anagrafici, contravviene alle disposizioni della Legge 24 dicembre 1954, n. 1228, della Legge 27 ottobre 1988, n. 470, e dei regolamenti di esecuzione delle predette leggi è soggetto a sanzioni pecuniarie.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è gratuita.

Devono iscriversi all’A.I.R.E.:

  • le persone che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi;
  • coloro che già risiedono all’estero, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.

Non devono iscriversi all’A.I.R.E.:

  • le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore a un anno;
  • i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;
  • i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

 

2. Iscrizione all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero)

L’iscrizione all’A.I.R.E. deve essere effettuata entro 90 giorni dal trasferimento della residenza dall’Italia o da una diversa circoscrizione consolare e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza o dal registro del Consolato o Ambasciata di provenienza.
Con l’iscrizione all’A.I.R.E. il cittadino italiano di prima emigrazione cessa di essere fiscalmente residente in Italia.
Per iscriversi all’A.I.R.E. è disponibile il portale Fast It.

Cos’e’ Fast It?
Fast It (Farnesina Servizi Telematici per Italiani/e all’estero) è un portale web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che permette ai connazionali residenti all’estero di ottenere alcuni servizi consolari online.

Come si usa Fast It?
Per accedere al portale clicca QUI.
Se non si possiede già un account è necessario innanzitutto registrarsi. Per registrarsi l’utente dovrà cliccare su “Registrazione”, inserire il proprio indirizzo e-mail e scegliere una password, seguendo le indicazioni fornite dal portale.
Si dovrà poi compilare la scheda con le generalità personali (da riportare esattamente come appaiono sul passaporto italiano), inclusa la località di residenza all’estero. Terminati questi passaggi, l’interessato/a riceverà un’e-mail di conferma con un link di attivazione sul quale dovrà cliccare. Si consiglia di controllare anche la cartella di “posta indesiderata” o spam.
Conclusa la registrazione, l’utente potrà richiedere il servizio di cui ha bisogno. Si consiglia di accedere da un computer piuttosto che da uno smartphone. Si consiglia inoltre di assicurarsi di disporre di stampante e scanner.

Come si richiede l’iscrizione all’A.I.R.E.?
Dalla homepage accedere al proprio account (cliccando su “login”), selezionare “Anagrafe Consolare e AIRE” e poi “Richiedere l’iscrizione all’Anagrafe degli Italiani all’Estero”, quindi seguire le istruzioni disponibili sul sito.

È importante assicurarsi di:

  • inserire i dati personali  in modo che rispecchino ESATTAMENTE quelli riportati sul passaporto italiano oppure quelli riportati sull’atto di nascita originale, emesso dal Comune italiano, se non si possiede un passaporto italiano;
  • riportare eventuali secondi nomi nel campo “Nome”;
  • inserire le date usando il formato europeo: giorno / mese / anno;
  • indicare la data esatta di arrivo nella circoscrizione consolare ed il luogo di provenienza (cittá e paese).

A corredo della domanda, e’ necessario caricare sul portale la seguente documentazione:

  1. Modulo di richiesta. Il modulo viene generato da Fast It dopo l’inserimento dei dati. Occorre firmarlo e caricare poi la scansione sul portale.
  2. Copia del proprio passaporto italiano in corso di validità (da pag. 2 a pag. 5 inclusa, o carta d’identità’) e di quello di eventuali familiari conviventi e di figli minori anche se non conviventi.
    Copia del passaporto scaduto se non si e’ in possesso di uno valido.
    In mancanza di documenti d’identità italiani, allegare un estratto dell’atto di nascita rilasciato dal Comune italiano.
  3. Per i doppi cittadini: copia del proprio passaporto straniero in corso di validità e di quello dei familiari conviventi.
  4. Prova di domicilio (patente di guida o ID provinciale, bolletta, contratto d’affitto, ecc.) da cui risulti l’indirizzo dichiarato nel modulo.
  5. Copia del proprio permesso di studio o lavoro, Permanent Resident Card o Certificato di Cittadinanza canadese (solo per coloro che non sono nati in Canada) e di quello dei familiari conviventi.

I documenti devono essere in formato PDF o jpeg e ogni file deve avere una dimensione massima di 1 MB.

Come si visualizzano i dati presenti nello schedario consolare?
Dalla homepage accedere al proprio account (cliccando su “login”), selezionare “Anagrafe Consolare e AIRE” e poi “Visualizzare la propria scheda anagrafica”. In questo modo l’interessato/a già iscritto/a all’A.I.R.E. potrà verificare se i propri dati conservati nello schedario consolare siano completi e corretti e, se necessario, chiederne l’aggiornamento.

Cosa fare in caso non sia possibile usare il portale Fast It?
Solo qualora non sia materialmente possibile utilizzare il portale Fast It, è possibile richiedere l’iscrizione in A.I.R.E. via email inviando la documentazione elencata di seguito all’indirizzo email aire.vancouver@esteri.it:

  1. Modulo AIRE01 (presente nella sezione Modulistica) debitamente compilato e firmato per sé e il proprio nucleo familiare convivente. Il modulo deve essere compilato da ogni membro della famiglia che sia un cittadino italiano maggiorenne.
  2. Copia del proprio passaporto italiano in corso di validità (da pag. 2 a pag. 5 inclusa, o carta d’identità’) e di quello di eventuali familiari conviventi e di figli minori anche se non conviventi.
    Copia del passaporto scaduto se non si e’ in possesso di uno valido.
    In mancanza di documenti d’identità italiani, allegare un estratto dell’atto di nascita rilasciato dal Comune italiano.
  3. Per i doppi cittadini: copia del proprio passaporto straniero in corso di validità e di quello dei familiari conviventi.
  4. Prova di domicilio (patente di guida o ID provinciale, bolletta, contratto d’affitto, ecc.) da cui risulti l’indirizzo dichiarato nel modulo.
  5. Copia del proprio permesso di studio o lavoro, Permanent Resident Card o Certificato di Cittadinanza canadese (solo per coloro che non sono nati in Canada) e di quello dei familiari conviventi.

I documenti devono essere in formato PDF o jpeg e i file caricati per email non devono superare i 5 MB.

 

3. Cambio di indirizzo

Attraverso il portale Fast It è possibile comunicare un cambio d’indirizzo all’interno della stessa circoscrizione consolare o il trasferimento ad un’altra circoscrizione consolare (ad esempio da Toronto a Vancouver).

Per accedere a questo servizio e’ necessario collegarsi al portale Fast It, entrare nel proprio account (cliccando su “login”), selezionare “Anagrafe Consolare e AIRE”, poi “Comunicare la variazione della propria residenza”, quindi seguire le istruzioni disponibili sul sito.

A corredo della domanda di cambio d’indirizzo all’interno della stessa circoscrizione e’ necessario caricare sul portale la seguente documentazione:

  1. Il modulo “Comunicazione cambio residenza” (obbligatorio) che va scaricato dopo aver inserito i propri dati sul portale e firmato.
  2. Copia di un documento di identità valido.
  3. Prova di domicilio (patente di guida o ID provinciale, bolletta, contratto d’affitto, ecc.) da cui risulti l’indirizzo dichiarato nel modulo.

Solo qualora non sia materialmente possibile utilizzare il portale Fast It, è possibile comunicare il cambio di indirizzo via email inviando la documentazione elencata di seguito all’indirizzo email aire.vancouver@esteri.it:

  1. Modulo AIRE03 (presente nella sezione Modulistica) debitamente compilato e firmato per sé e il proprio nucleo familiare convivente.
  2. Copia di un documento di identità valido.
  3. Prova di domicilio (patente di guida o ID provinciale, bolletta, contratto d’affitto, ecc.) da cui risulti l’indirizzo dichiarato nel modulo.

Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, rende impossibile il contatto con il cittadino per le informazioni ed i servizi a lui riservati e per l’inoltro della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni. In caso di accertata irreperibilità questo Consolato Generale procederà d’ufficio alla cancellazione dall’A.I.R.E.

 

4. Rimpatrio dei cittadini iscritti all’A.I.R.E.

I cittadini iscritti in A.I.R.E. che rientrano definitivamente in Italia dovranno presentarsi presso il Comune dove hanno deciso di stabilirsi per dichiarare il nuovo indirizzo di residenza.
Il Comune provvederà alla cancellazione dall’A.I.R.E. con contestuale iscrizione in A.P.R. (Anagrafe Popolazione Residente).
È cura del Comune comunicare ufficialmente la data di decorrenza del rimpatrio al Consolato di provenienza che la registrerà nei propri schedari consolari.

 

5. Certificato di iscrizione all’A.I.R.E.

Gli schedari consolari non hanno valore anagrafico. Pertanto, gli uffici consolari non possono rilasciare certificati di nascita, iscrizione all’A.I.R.E. né di stato di famiglia, che possono essere rilasciati solo dal Comune italiano di iscrizione.

Il Consolato potrà rilasciare solo un’attestazione di iscrizione nello schedario consolare, nella quale verrà indicato che l’interessato risulta all’indirizzo registrato in schedario, nonché, se presente, la composizione del nucleo familiare.

 


Ultima modifica: 26/01/2024