Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Corsi di lingua e cultura italiana e altre iniziative scolastiche all’estero a cura degli enti gestori: modalità di attribuzione e successiva erogazione dei fondi per le richieste di contributo effettuate a partire dall’anno scolastico 2024.

Si comunica che è stato emanato il Decreto Ministeriale n. 1247 del 29 settembre 2023 con lo scopo di dare applicazione alle disposizioni previste dalla Circ. min. 4/2022 avente per oggetto “Corsi di lingua e cultura italiana e altre iniziative scolastiche all’estero a cura degli enti gestori”.

Il decreto individua i criteri, le modalità di attribuzione e successiva erogazione dei fondi per le richieste di contributo effettuate a partire dall’anno scolastico 2024.

Si richiama l’attenzione su alcuni elementi di novità rispetto al Decreto precedente:

  • non sarà piu’ ricevibile un Parere diplomatico-consolare che proponga un importo inferiore alla richiesta dell’ente seppur con la specifica delle spese non accolte. A conferma dell’accettazione di tali presupposti, l’Ente dovrà adeguare il piano finanziario con le percentuali di cofinanziamento aggiornate;
  • è possibile applicare l’istituto del silenzio assenso da parte della Sede diplomatico-consolare qualora il COMITES non esprima il proprio Parere entro i termini di legge;
  • l’anticipo sarà pari al 20% del contributo assegnato e verrà erogato alla sola acquisizione della rendicontazione finale dell’ultimo contributo ricevuto (e non a seguito dell’approvazione della stessa) e della Scheda Dati Iniziali a cura del Dirigente scolastico territorialmente competente ovvero a cura della Sede nel caso in cui la circoscrizione non avesse un Dirigente scolastico assegnato (Art. 6, punto 6.1.a);
  • la tranche intermedia sarà pari al 50% del contributo assegnato/rimodulato e verrà erogata all’approvazione della rendicontazione finale di cui sopra (Art. 6, punto 6.1.b);
  • il saldo sarà pari al 30% del contributo assegnato (Art. 6, punto 6.1.c).

Si ricorda che, nel caso in cui l’ente richiedente operi in piu’ circoscrizioni consolari, esso dovrà presentare un’unica richiesta presso l’Ufficio consolare competente in base alla sede legale dell’ente, con l’elaborazione di un unico piano delle attività in cui – nelle note esplicative presenti in ogni sezione dei moduli – verrà distinto l’ammontare delle spese e le relative quote parte per ciascuna circoscrizione. Contestualmente dovranno essere unici per ciascuna richiesta i Pareri espressi dalle Sedi consolari (con il Mod. P6) e dai Dirigenti scolastici (con il Mod. P5) per le attività previste nelle circoscrizioni di rispettiva competenza, secondo le indicazioni fornite in ogni modulo.

Si prega di contattare il Consolato Generale per la modulistica.

Precisazioni operative per la compilazione:

a. riempire soltanto le celle “bianche” in quanto le celle “grigie” contengono le formule;

b. per caricare il logo dell’Ente – dopo aver cancellato l’indicazione ivi riportata – e le firme nelle apposite celle è necessario procedere attraverso il seguente percorso: inserisci – immagini;

c. accertarsi che tutte le informazioni contenute in una cella siano leggibili prima di trasformare il file in pdf. In caso contrario allargare “manualmente” il rigo dopo aver inserito il testo;

d. premere “Alt” e “Invio” qualora si dovesse andare a capo prima della fine della cella.

Si rammenta che:

il tasso di cambio da adottare sarà preferibilmente quello indicato nella tabella dei cambi di finanziamento 2024 di prossima emanazione. Ove tale tasso non fosse disponibile alla scadenza del 15 ottobre, si farà riferimento al precedente.

Per maggiori informazioni:

https://www.esteri.it/wp-content/uploads/2022/03/Circolare-4_2022.pdf

https://ambottawa.esteri.it/wp-content/uploads/2023/10/D.M._1247_del_29.09.2023_Attuativo_2024_Firmato.pdf

This site is registered on wpml.org as a development site.