Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Cittadinanza italiana per discendenza (iure sanguinis)

INFORMAZIONI GENERALI
E’ cittadino italiano, indipendentemente dal luogo di nascita, chi nasce da genitori cittadini italiani.
Poiché la donna trasmette la cittadinanza solo a partire dal 1° gennaio 1948, chi é nato prima di quella data può ricevere la propria cittadinanza esclusivamente dal padre, mentre chi é nato dopo, la può ricevere indifferentemente sia dal padre, che dalla madre.
Il figlio minore di un cittadino italiano è cittadino italiano automaticamente. La trascrizione dell’atto di nascita è da considerarsi un servizio del settore Stato Civile e non già un riconoscimento della cittadinanza italiana. Verificare pertanto le informazioni nella sezione Stato Civile > Nascita.

La trasmissione di cittadinanza non prevede limiti di generazione ma, all’opposto, non consente salti di generazione: se il nonno non trasmette la cittadinanza al padre, questi non la può trasmettere al figlio.
Chi per esempio è nato in Canada è, di norma, cittadino italiano se i genitori erano italiani al momento della sua nascita e non ha acquistato prima del 16 agosto 1992 un’altra cittadinanza oltre a quella canadese (vedere informazioni relative alla perdita della cittadinanza) oppure non ha formalmente rinunciato a quella italiana.

Possono presentare domanda di riconoscimento di cittadinanza per discendenza (iure sanguinis) presso il Consolato Generale d’Italia in Vancouver esclusivamente:
a) le persone di cittadinanza canadese residenti permanenti in Alberta, British Columbia, Saskatchewan e Yukon;
b) le persone di cittadinanza non-canadese solo se in possesso di Permanent Resident Card e residenti permanenti in Alberta, British Columbia, Saskatchewan e Yukon.

Le domande di riconoscimento della cittadinanza per discendenza devono essere presentate esclusivamente su appuntamento, presentandosi di persona con tutta la documentazione prevista. I residenti permanenti in British Columbia e Yukon devono fissare un appuntamento presso l’Ufficio Cittadinanza situato a Vancouver esclusivamente tramite il sistema di prenotazione on-line Prenot@mi (clicca qui per accedere). I residenti permanenti in Alberta e Saskatchewan devono invece fissare un appuntamento presso lo Sportello Consolare di Edmonton.

Si avvisa l’utenza che gli appuntamenti per la presentazione dell’istanza di riconoscimento della cittadinanza per discendenza presso questa sede consolare sono resi disponibili sulla base delle possibilità di esplicare il procedimento amministrativo nei tempi stabiliti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 33 del 17/01/2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 64 del 18/03/2014. La disponibilità del calendario Prenotami è monitorata e aggiornata costantemente sulla base delle tempistiche previste per la lavorazione delle istanze già acquisite. Si fa presente agli utenti che non verranno fornite risposte a domande riguardanti informazioni già presenti su questa pagina web.

Qualora la documentazione presentata il giorno dell’appuntamento risulti incompleta, la domanda non sarà presa in carico e l’utente dovrà prenotare un nuovo appuntamento per poterla consegnare. Le domande spedite per posta saranno respinte, e restituite con spese a carico del richiedente.

La domanda di riconoscimento di cittadinanza potrà essere accettata nel caso in cui:
– l’ascendente/avo cittadino italiano nato in Italia NON si sia mai naturalizzato cittadino canadese (British subject prima del 1 gennaio 1947);
– l’ascendente/avo cittadino italiano NON abbia acquistato la cittadinanza canadese o altra cittadinanza (perdendo di conseguenza la cittadinanza italiana) prima della nascita del richiedente o del suo primo ascendente nato fuori del territorio italiano.

Se l’antenato italiano del richiedente è emigrato in un Paese diverso dal Canada, l’eventuale certificato di naturalizzazione deve essere richiesto anche presso le autorità di quel Paese. Si prega consultare il sito web della rappresentanza competente per ulteriori informazioni.

Pur essendo automatica, per esplicare i propri effetti giuridici, la trasmissione della cittadinanza iure sanguinis é subordinata alla registrazione in Italia.
Il genitore che acquista la cittadinanza italiana la trasmette ai propri figli minorenni se con lui conviventi.

Costi
Si informa che la Legge n.89 del 23.06.2014 ha introdotto, a partire dall’8 luglio 2014, la riscossione di un contributo (vedi Art. 7B della tabella diritti consolari) dovuto per la trattazione delle domande di riconoscimento delle cittadinanza italiana a favore di persona maggiorenne. Si precisa che tale contributo, da versare direttamente a questo Consolato Generale, dovrà essere pagato in dollari canadesi con money order intestato al Consolato Generale d’Italia di Vancouver al momento della presentazione della domanda da ogni richiedente maggiorenne. Il contributo è dovuto per l’analisi della documentazione indipendentemente dal buon esito della pratica. Nel caso in cui il riconoscimento della cittadinanza non vada a buon fine a conclusione dell’istruttoria, l’importo pagato non potrà essere rimborsato.
Sono esenti dal pagamento del contributo i figli dei richiedenti che alla data di presentazione della domanda di cittadinanza, nel giorno dell’appuntamento, siano minorenni, così come gli ascendenti già deceduti o quelli ancora vivi che non richiedano il riconoscimento della cittadinanza.

Modulistica ed istruzioni
Istruzioni e domanda di riconoscimento cittadinanza per discendenza – consultare la pagina modulistica.

 


Data ultima modifica: 01/2024