Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

PASSAPORTO BIOMETRICO - RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI

Data:

11/05/2010



PASSAPORTO BIOMETRICO - RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI
Il Ministero degli Affari Esteri rende noto che:

La normativa europea ha imposto la memorizzazione elettronica delle impronte digitali nel passaporto come misura di sicurezza indispensabile contro le falsificazioni e per rendere certa l'identificazione del titolare del documento. Per la rilevazione delle impronte e' indispensabile che l'interessato si rechi presso gli uffici passaporti che, per quanto riguarda l'Italia, sono le questure o gli uffici consolari, a seconda del luogo in cui viene presentata la domanda.
Si tratta di un adempimento che riguarda tutti i cittadini europei e che, seppure possa in taluni casi comportare - una volta ogni dieci anni - qualche disagio per gli utenti, risulta ampiamente compensato da una maggiore sicurezza negli spostamenti internazionali, dalla possibilita' di entrare senza obbligo del visto in alcuni Stati, come gli Stati Uniti, e di essere sicuri che in caso di smarrimento o furto del passaporto nessuno potra' illegalmente farne uso al posto del titolare.
Il Ministero degli Esteri, onde ridurre nella misura del possibile il disagio delle collettivita' italiane residenti in localita' particolarmente remote o di non agevole accessibilita', sta organizzando un servizio distaccato di rilevazione delle impronte con propri funzionari consolari da effettuare periodicamente e previo appuntamento. Tale servizio sara' operativo nei prossimi mesi.

Si ricorda all'utenza che il passaporto puo' comunque essere rilasciato anche ai cittadini residenti all'estero ed iscritti in AIRE da una qualsiasi questura in Italia.

127