Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

PASSAPORTO BIOMETRICO (RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI)

Data:

23/03/2010


PASSAPORTO BIOMETRICO (RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI)
Come gia’ comunicato con apposito avviso pubblicato lo scorso gennaio sul sito web del nostro Consolato Generale di Vancouver, l’Italia, al pari degli altri Stati membri dell’Unione Europea, e’ tenuta ad eseguire le disposizioni del Regolamento dell’Unione Europea stessa (CE) n. 2252/2004, riguardante le caratteristiche di sicurezza e gli elementi biometrici dei passaporti e dei documenti di viaggio.

Il Regolamento in esame, in particolare, prevede il rilevamento delle impronte digitali per il rilascio del passaporto e quindi anche le ambasciate ed i consolati italiani nel mondo, tra i quali questo Consolato Generale di Vancouver, a partire dalla seconda meta’ di aprile, secondo quanto ci preannuncia il Ministero degli Affari Esteri, dovranno installare ed incominciare ad utilizzare l’apposito dispositivo per il rilevamento delle impronte digitali, necessario per l’emissione dei passaporti a favore dei nostri Connazionali.

Questa Sede e’ consapevole dei disagi che tale innovazione, peraltro resa necessaria dalle norme dell’Unione Europea, arrechera’ ai cittadini italiani della nostra circoscrizione consolare, divenendo in tal modo indispensabile venire personalmente presso il Consolato Generale di Vancouver per ogni rilascio di passaporto, anche da sedi molto lontane.

Allo scopo, quindi, di diminuire almeno i disagi per i nostri Connazionali, questo Consolato Generale ha richiesto di poter installare l’apposito dispositivo per le impronte digitali anche presso lo Sportello Consolare di Edmonton e di essere autorizzato ad inviare un proprio funzionario con il dispositivo in questione in diverse localita’ lontane della circoscrizione consolare in alcuni periodi dell’anno, onde consentire il rilevamento delle impronte digitali sul posto.

Siamo quindi in attesa di ricevere precise risposte dal Ministero degli Affari Esteri sulle nostre due richieste illustrate e sulla data precisa di avvio della nuova procedura.

Con il nuovo sistema, peraltro, non sara’ necessario venire presso il nostro Consolato Generale per il semplice pagamento della tassa annuale sul passaporto, che potra’ essere effettuato anche per posta.

125